Close
   

Professionalità ed esperienza a Ponte San Giovanni: Luigi Bacchi

La storia della Luigi Bacchi Iveco segue la vita e le esperienze dell’uomo che l’ha fondata e da cui ha preso il proprio nome, Luigi Bacchi.

Tutto inizia a Città di Castello con i capostipiti Luigi Bacchi e Caterina Bendini, i quali avevano un’attività di commercio e riparazione di scarpe, Luigi morì nel 30 all’età di 58 anni e i cinque figli rimasero sulle spalle di Caterina, una donna molto severa e operosa, che con il duro lavoro riuscì a far crescere i figli Giuseppe Riccardo Agnese Giovanni Angelo. Angelo il più giovane aveva la grande passione per l’officina e fin da giovane lavorava presso l’officina Fiat di Giovanni Brighigna in via XI Settembre, Giovanni lavorava in Ferrovia, ma ben presto preferì unirsi ad Angelo nell’officina. Poco dopo rilevarono la stessa attività e nacque Central Garage dei Fratelli Bacchi, siamo alla fine degli anni 20. Giovanni non amava sporcarsi le mani e si dedicò alla vendita e amministrazione.
Vetture ed autocarri venivano acquistati a Perugia rispettivamente da Calzoni e Gelsomini.  Collaterale all’officina iniziarono anche un’attività di trasporto che serviva le ditte del luogo. Ben presto la sede si rilevò ristretta e poco adatta per le ambizioni dei giovani Giovanni e Angelo. Alla fine degli anni 30 iniziarono la costruzione del nuovo Garage in Via Angelo Zampini, appena fuori le mura e nelle immediate vicinanza della casa di famiglia al “Cavaglione”.
La Guerra fermò lo sviluppo dell’attività anche se i due fratelli avevano già ottenuto importanti risultati economici.  Dopo la Guerra,  il bombardamento della casa, continuò il percorso di crescita appena interrotto. Nel 1952 appena diplomato all’istituto Fermi di Fermo entra in azienda Luigi, figlio di Giovanni, nel 1954 la F.lli Bacchi Giovanni & Angelo diventa Commissionaria Fiat. Nella sede insisteva anche un distributore Shell, successivamente trasferito in via Bruno Buozzi e poi ceduto. Nel 1956 entra in azienda Francesco figlio di Angelo dopo aver seguito lo stesso percorso di studi di Luigi. La Commissionaria aveva un’ampia zona su cui operare che andava anche in Toscana da Badia Tedalda alla Pieve Santo Stefano da Pietralunga al Niccone, successivamente fu lasciato l’aretino per ampliare il raggio d’azione verso Perugia e il Lago Trasimeno. Con la nascita della Zona Industriale e con la sviluppo della vendita degli Autocarri, a cui si dedicava il giovane Luigi, nel 1963 i Bacchi crearono una “Carrozzeria” che in realtà era un’azienda di trasformazione di Veicoli Industriali. “L’Officina Meccanica Carrozzeria Bacchi” fu da subito punto di riferimento per i veicoli industriali della nostra provincia. A metà degli anni 60 la Commissionaria divenne Concessionaria, non era un passaggio da poco, i mezzi non venivano più venduti per conto di Fiat, ma acquistati per poi essere rivenduti. Impegni finanziari diversi e più importanti, ma era un mondo un Italia che andava a mille e i risultati non tardarono a dare i loro frutti. La Bacchi Giovanni & Angelo fino alla fine degli anni 70 continuò un percorso di crescita straordinario. Nel 1976 la Fiat decise di dividere le attività degli autocarri da quella delle auto e nacque Iveco. Le due anime della famiglia Luigi  per la parte di Giovanni, Francesco a cui si era aggiunto Alessandro per la parte di Angelo, non senza conflitti, decidono di separare il loro futuro.
Luigi il 1 gennaio 1978 apre una nuova Sede, quella attuale, a Perugia e mantenendo l’attività dell’Officina Meccanica diventa Concessionario Iveco.

La casa dei trasportatori. Solo il rispetto, la professionalità e l’impegno creano risultati che durano nel tempo.

CONTATTACI

Richiedi informazioni tramite il nostro form di contatto
ENTRA

CENTRI ASSISTENZA

Entra e scopri il nostro centro di assistenza più vicino a te
ENTRA
preloader