SILK WAY RALLY 2017
Il Team PETRONAS De Rooy IVECO conclude la gara con un 4° posto per Artur Ardavichus

Artur Ardavichus e il suo IVECO Powerstar #310 hanno chiuso in 6° posizione la 13° parte della gara, da Alashan Youqi a Zhongwei (Cina), conquistando il 4° posto nella classifica generale del Silk Way Rally

Gli olandesi Ton Van Genugten e Gerard De Rooy si sono piazzati con i loro IVECO all’8° e al 12° posto nella classifica parziale della SS13

Lo scorso 22 luglio la competizione si è conclusa a Xi’An (Cina), con l’annullamento della prova speciale in programma a causa alle cattive condizioni climatiche

Zhongwei, 28 luglio 2017

Il 21 luglio si è svolta l’ultima tappa del Silk Way Rally 2017, che ha portato i concorrenti da Alashan Youqi a Zhongwei in Cina. La prova speciale di 100 km in programma per il 22 luglio, è stata annullata a causa delle cattive condizioni climatiche. Dal momento che i veicoli avrebbero raggiunto Xi’An con un trasferimento semplice, l’annullamento dell’ultima prova non ha variato i risultati di questa edizione del Silk Way Rally.

Il Team PETRONAS De Rooy IVECO ha iniziato l’ultima mattina di gara, alle 6.43, Gerard De Rooy e il suo Powerstar #302 erano già pronti sulla linea di partenza. “Quella di oggi è stata una bella tappa, ma non per me: abbiamo perso mezzora e ci siamo dovuti fermare 3 o 4 volte. Siamo andati meglio nella seconda prova speciale, nonostante alcuni problemi con la scatola guida. Per noi, il Silk Way Rally ha rappresentato una prova importante per familiarizzare con il nuovo veicolo in preparazione al rally Dakar”. Il team leader ha tagliato il traguardo con un tempo di +3h01m00s in 12° posizione, piazzandosi sedicesimo nella classifica generale.

Il pilota kazako Artur Ardavichus è stato il secondo membro del team a prendere il via dal bivacco di Alashan Youqi: la nuova aggiunta al Team PETRONAS De Rooy IVECO ha portato il suo IVECO Powerstar #310 alla linea del traguardo in 6h06m13s, con 37m13s di ritardo rispetto al primo classificato. “È stata una tappa molto difficile, lontana dai miei gusti: preferisco le dune più grandi al continuo su e giù di quelle piccole. Abbiamo guidato tutto il giorno in 5° e 6°, senza poter passare a marce più alte. Le continue salite e discese ci hanno costretto a mettere la velocità in secondo piano”. Ardavichus ha concluso il suo primo Silk Way Rally in quarta posizione nella classifica generale, davanti al Maz di Siarhei Viazovich.

Anche Ton Van Genugten ha ottenuto un buon risultato: in questa tappa si è classificato ottavo, davanti a Teruhito Suguwara, completando il percorso della giornata in 6h25m36s. “La prima parte dello speciale era costellata di dune: la pioggia ha complicato la situazione, appesantendo la sabbia. A volte ci siamo dovuti fermare in cima alle dune per capire come procedere. La seconda SS, invece, ci ha permesso di andare più veloce”. Il pilota olandese si è piazzato sesto nella classifica generale.

Il 22 luglio, il Silk Way Rally ha raggiunto Xi’An. La maratona di due settimane si è conclusa nell’antica capitale di tredici dinastie imperiali cinesi, dopo oltre 9.500 km percorsi.